Cosa devi sapere sulla creazione e gestione di una Lista Email

Cosa devi sapere sulla creazione e gestione di una Lista Email

Condividi questo contenuto:

Lo so: l’avvio di una lista email ( o mailing list) può sembrare scoraggiante. La curva di apprendimento è elevata fin dall’inizio e anche una volta che riesci a farla funzionare…come cavolo devi gestirla per farla crescere e renderla DAVVERO profittevole?

Se mi segui da un po’, sai che l’email marketing è una delle cose che spingo di più in assoluto…e non è un caso!

Qualche anno fa, anch’io sono ovviamente partita da zero assoluto…ed ho esitato un po’ prima di capire che il mio business di corsi digitali avrebbero beneficiato enormemente dall’avere una lista email a trainarlo.

Ma sai una cosa? Qualche anno dopo, gli iscritti alla mia lista email sono di gran lunga i miei sostenitori più fedeli.

Quando gli chiedo un feedback su qualcosa, loro rispondono.

…Quando chiedo un favore, sono pronti ad aiutarmi.

Quando ho novità da condividere, sono entusiasti di ascoltarmi.

E quando promuovo qualcosa…lo acquistano!

Queste sono le persone che fanno ogni singolo giorno la differenza per la mia attività …e non potrei immaginare il mio percorso online senza di loro.

Con questo articolo vorrei quindi cambiare, se necessario, il tuo approccio all’email marketing per farti capire che non è solo un’attività vecchio stile e commerciale, ma un’opportunità contemporanea per connettersi, servire e coinvolgere le persone che desideri attirare nella tua attività.


…Ma io lavoro sui social!

Ok, immagino, ma…

I social media, da soli, semplicemente non sono sufficienti. E anche lo fossero per il tuo caso specifico, stai certa che senza una lista email staresti comunque sprecando potenziali guadagni. Guadagni CERTI.

Ovviamente non sto dicendo che i social non servono. Assolutamente no.

E non ti sto neanche dicendo di abbandonarli. Ma ti sto dicendo che oltre ad avere il tuo pubblico sui social, DEVI averlo ANCHE e SOPRATTUTTO all’interno della tua lista email.

Perché? Beh…per via degli algoritmi.

ALGORITMO = TUO NEMICO GIURATO

L’equazione è semplice…e te la spiego in un attimo.


Maledetto algoritmo! 🤬

Immagino che sia capitato anche a te di iniziare a seguire qualcuno e guardare per un po’ ogni singolo post che pubblicava. Magari i suoi contenuti erano anche fantastici, interessanti e perfettamente allineati ai tuoi interessi.

Ma…

Sono abbastanza sicura che ti sia capitato anche di non vedere i suoi post per un po’. Di esserti in qualche modo dimenticata di lui/lei (almeno per un po’) perché per qualche motivo (maledetto algoritmo) i suoi post non ti sono stati mostrati.

Può esserti capitato con un’amica, con un familiare o con qualcuno che segui per interesse o per business.

Se ti è successo (e ti è CERTAMENTE successo)…è perché questo è assolutamente normale. L’algoritmo funziona così: riduce la reach organica (visibilità) per dare spazio alla visibilità data a pagamento (le sponsorizzate).

Quiiiiindiiiii..va da sé che se è capitato a te, capiterà anche ai TUOI follower con i TUOI contenuti!

Sapevi che solo il 4-6% dei post che pubblichi sui social media è effettivamente visibile al tuo pubblico?

E che un’email ha invece 5 volte più probabilità di essere vista, rispetto a un post pubblicato su FB o IG?

Da un lato, TUTTI i social network stanno virando verso un modello “Paga per farlo vedere”. Dall’altro tu devi ASSOLUTAMENTE farti vedere da ben più del 6% del tuo pubblico, se vuoi che la tua attività sia profittevole.

E se è difficile raggiungere anche coloro che sono desiderosi di ascoltare ciò che hai da dire…come puoi ampliare la tua portata e far crescere il tuo pubblico?


Il TUO mondo senza social

E se l’algoritmo decide un bel giorno di bannarti?

Ah no, figurati! Io mica faccio niente di strano!

Beh…mi fa piacere per te, ma neanche io faccio niente di strano. E infatti non sono mai stata bannata: sono stata hackerata. E ho perso tutto quello che avevo sui social. Soldi compresi.

Quindi? Colpa mia? Neh…no! Pare che sia una cosa che capita… 🤬

Il punto qui è che non abbiamo il controllo sui nostri follower sui social media: lo ha il buon vecchio Mark Zuckerberg! Quando decide di cambiare le regole del gioco in un modo che influenza la tua attività (e lo fa mooolto spesso), tu cosa puoi farci?

Beh…come ti ho detto, puoi perdere i tuoi follower a causa di un ban o di un account violato (🤬🤬🤬)…o altri simpatici avvenimenti del genere.

Tutti eventi completamente fuori dal tuo controllo.


Il piccolo change che cambia tutto

Semplicemente, il tuo obiettivo sui social media dovrebbe essere quello di conoscere e farti conoscere dalle persone, introdurle al tuo mondo e invitarle subito dopo a visitare un luogo “sicuro” e TUO, come il tuo sito web (o una tua landing page).

Lì potrai poi dipingere un quadro più completo di chi sei e cosa fai…e condurle attraverso un processo finalizzato a convertirle in iscritti alla tua lista email (casa tua).

I social media sono quindi “solo” un punto di partenza nella strategia, visto che rappresentano il primo contatto con te.

Ma è essenziale che dopo questo PRIMO STEP, tu faccia continuare il loro percorso verso le strategie di email marketing, così che social ed email lavorino in sinergia e si diano forza e visibilità a vicenda.


…E le email?

Le email generano più azioni rispetto ai social…e a qualsiasi altro canale di comunicazione digitale.

Sapevi che il 72% delle persone preferisce ricevere contenuti promozionali tramite email piuttosto che attraverso i social media?

…E che il 66% dei consumatori ha effettuato un acquisto dopo aver ricevuto un’email?

Questo perché quando scorri i social media sei lì per intrattenerti, ispirarti o per rimanere aggiornata su ciò che fanno amici e familiari. Non sei lì per fare acquisti.

Non parlo solo per esperienza personale. Gli studi dimostrano che il 3,57% delle persone fa clic sui link nelle email rispetto allo 0,07% su Facebook.

Quando sei nella casella di posta di qualcuno e condividi i tuoi corsi, prodotti o servizi, non sei in competizione con tutto il rumore presente sui social media. Ma non è solo per questo motivo, che le email sono così più performanti, rispetto ai social.

Nelle tue email puoi ad esempio segmentare la tua lista in modo da inviare certi contenuti solo a chi è interessato a quel determinato argomento.

…L’esatto contrario di pubblicare un contenuto sui social media, che potrebbe non essere rilevante per tutti. E magari, proprio in quel caso, l’algoritmo decide di mostrarlo proprio a chi non ti interessa… [Ciao mamma!!!]


Come generare azioni con le email

Ora vediamo brevemente come puoi generare delle azioni utilizzando la tua lista email.

C’è una scienza dietro l’arte di scrivere email che spingano le persone a compiere azioni desiderate. Ed eccoti alcuni consigli utili che puoi applicare fin da subito:

Scrivi un oggetto email efficace

L’oggetto dell’email è la tua prima impressione e deve essere accattivante per indurre il destinatario a fare clic e aprire l’email. È come il biglietto da visita della tua comunicazione. Ad esempio: “Raddoppia le tue vendite con il mio corso gratuito! Scopri come in 5 passaggi facili.”

Definisci subito il tuo obiettivo

Ogni email deve avere un obiettivo ben definito. Vuoi informare i tuoi lettori sul lancio di un nuovo corso? O magari invitarli a partecipare a un live webinar? Qualunque sia l’obiettivo, assicurati che sia chiaro fin dall’inizio e che il messaggio sia focalizzato su di esso.

Inserisci sempre un invito all’azione (CTA)

La CTA è un passaggio cruciale, che guida il lettore verso l’azione che desideri che compia. Deve essere chiaro, visibile e invitante. Ad esempio, “Iscriviti ora!”, “Scopri di più”, “Prenota il tuo posto”, sono tutti esempi di CTA efficaci.

Racconta una storia

Le storie sono potenti strumenti di persuasione. Puoi utilizzare storie di successo dei tuoi clienti, testimonianze o esperienze personali per connetterti emotivamente con i tuoi lettori e illustrare i benefici dei tuoi prodotti o servizi.

Personalizza le tue email

Utilizza i dati della tua lista email per segmentare e personalizzare i tuoi messaggi. Le persone apprezzano tantissimo quando ricevono contenuti rilevanti e specifici per i loro interessi…invece che un gran mix di cose inviate a casaccio.

Testa ed ottimizza

Non dimenticare di testare (se puoi) diverse versioni delle tue email, per vedere quali generano i migliori risultati. Puoi testare gli oggetti, i contenuti, diversi layout e CTA per migliorare continuamente le tue performance.


Vuoi avviare ADESSO la creazione della tua lista email?

Se vuoi iniziare a costruire oggi stesso la tua lista email, ho qualcosa che fa per te. Si chiama “Mail to Grow” ed è il mio nuovissimo corso online in cui ti insegno tutto, ma proprio tutto quello che devi sapere per costruire, nutrire e monetizzare la TUA lista email.

Corso online Mail to grow: come creare, lanciare e monetizzare la tua audience con una mailing list

Clicca qui per scoprire di più su Mail to Grow perchè…c’è molto altro che DEVI sapere a riguardo! 😜

Se ti interessa ricevere altri consigli su come costruire e lanciare la tua mailing list, seguimi anche su Instagram: @nejuatrentacoste.

E per qualsiasi dubbio o domanda in merito a questo articolo, scrivimi o lascia il tuo commento!

A presto,

Nejua

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento

Vuoi creare una Mailing List?

...Scarica la guida gratuita!

Guida
close-link
Torna in alto