lavoro individuale o consulenza

Il lavoro individuale ti limita? Ecco come aiutare più persone guadagnando di più

Condividi questo contenuto:

Sebbene il lavoro individuale e la consulenza personalizzata possano essere gratificanti, dopo un po’ potrebbero comunque farti sentire “limitato”…in quanto non puoi inserire più di un certo numero di appuntamenti in calendario.

Quindi sì, so che può essere bello lavorare faccia a faccia con i tuoi clienti, ma so anche (per esperienza diretta) che se non gestito correttamente, questo modello di lavoro può mettere dei grandi paletti alla tua serenità, al tuo reddito e al tuo tempo.

Nell’articolo di oggi approfondiremo uno degli argomenti che mi sta più a cuore, proprio perché mi tocca molto da vicino.

Ti mostrerò i quattro segnali rivelatori del fatto che il tuo lavoro individuale ti sta limitando e ti racconterò la storia di come la creazione di un corso digitale ha rivoluzionato il mio business e la mia vita.


Consulenza o lavoro individuale

Quando parlo di lavoro individuale o consulenza mi riferisco a tutti quei professionisti che lavorano direttamente con i propri clienti, come ad esempio: insegnanti di yoga, life coach, personal trainer, copywriter, consulenti di marketing e qualsiasi altro genere di consulente.

E ancora più in generale, mi riferisco a tutti quei professionisti che desiderano sinceramente aiutare quante più persone possibili grazie alle loro competenze in uno specifico settore, ma che purtroppo possono farlo solo limitatamente alla loro disponibilità di tempo.

…Mettendo così un tetto massimo al numero di clienti, al reddito della loro attività e alla loro libertà.

Quindi, se ti rivedi in questa descrizione, continua a leggere perché sono certa che quello che ti dirò potrà interessarti.


Come consulente hai il freno a mano tirato?

Per quanto mi riguarda esistono alcuni “segnali rivelatori” – come li chiamo io – che possono dirti quanto in effetti questo modello di attività stia limitando il tuo potenziale.

Se mi segui da un po’ sai che ho avviato la mia attività online come copywriter per blog aziendali. In pratica il mio lavoro era quello di scrivere articoli in chiave SEO per i blog di alcune aziende mie clienti, con lo scopo di posizionarli tra le prime risposte che Google offriva agli utenti che facevano ricerca in quel settore specifico.

Sicuramente si trattava di un lavoro che potevo svolgere ovunque: mi bastava un computer e una connessione a internet.

Potevo anche lavorare dal mio letto in pigiama, visto che nessuno mi vedeva. E certamente potevo organizzare i miei orari…ma la verità è che alla fine lavoravo molte più ore di quando ero un’impiegata d’ufficio.

E staccare non era affatto semplice, visto che i miei clienti avevano accesso diretto a me. Rispondevo ai messaggi anche la sera dopo cena e alle e-mail nei weekend.

Avevo scadenze rigorose e spesso i clienti mi chiedevano cose che forse non avrei neppure dovuto prendere in carico.

E così eccomi lì: tecnicamente una professionista con una propria attività e praticamente una dipendente dei miei clienti, più che full-time.

Accettavo di fare l’impossibile per mantenere il reddito della mia attività, senza però rendermi conto che stavo diventando sempre più oberata.

E questo non era il mio disegno iniziale.

Capisci cosa intendo? Beh…se hai pensato che mi capisci fin troppo bene, ecco il primo segnale del fatto che il lavoro individuale ti sta limitando.

All’epoca non sapevo che avrei costruito un business di corsi digitali, ma certamente c’è stato un momento in cui ho capito che qualcosa doveva cambiare se davvero volevo uno stile di vita più sostenibile.


Lavoro individuale e guadagni

E qui, per quanto mi riguarda arriviamo al secondo segnale rivelatore del fatto che la consulenza individuale ti sta limitando: i guadagni.

Quando le entrate della tua attività derivano unicamente dal tuo lavoro individuale con i clienti, hai messo un tetto ai tuoi guadagni.

Il tempo che puoi dedicare al lavoro, anche facendo del tuo massimo, è limitato. E questo ti impedisce di prendere più di un tot di clienti per volta. Il che automaticamente si traduce in un tetto massimo per le entrate.

E tu ora potresti pensare che comunque quei guadagni ti bastano…e questo va anche bene, ma dal momento in cui le entrate sono strettamente legate alle tue ore di lavoro, se smetti di lavorare per un certo periodo non incassi, giusto?

Ecco che aggiungere una fonte di entrata che non dipende necessariamente dalle tue ore di lavoro, ma che viaggia su un binario più automatizzato è un ottimo investimento per la tua sicurezza e quella della tua attività.

E questo è ciò che nel 2019 mi ha spinto a creare il mio primo corso online.

E fortunatamente, nel 2020, quando tutto il mondo si è fermato e molti dei miei clienti hanno interrotto la nostra collaborazione per questioni economiche, io avevo già realizzato il secondo corso digitale, grazie al quale ho continuato a generare reddito per la mia attività facendola addirittura crescere.

Ecco quindi che se la tua attività di consulenza ti sta già portando a raggiungere il tetto massimo per le tue entrate, puoi decidere di aggiungere una fonte di reddito differente e scalabile come un corso online.

Come creare il tuo corso online

E se ora stai pensando che ti piacerebbe, ma non sai se sia una soluzione adatta a te, o non hai idea di come iniziare…ti suggerisco di scaricare la mia guida gratuita “Corso Online – starter kit”.

…Lì troverai i primi passi giusti da compiere.


Il tuo lavoro di consulenza è altalenante?

E qui arriviamo al terzo segnale rivelatore del fatto che il lavoro individuale sta bloccando il tuo potenziale come professionista.

In questo caso la ragione è puramente tecnica: quando sei in consulenza non puoi occuparti di trovare nuovi clienti. Mentre quando lavori attivamente per creare un flusso di richieste da parte di nuovi clienti, non puoi fare abbastanza ore di consulenza.

Infatti, quando gestivo i blog aziendali…puntualmente lasciavo indietro il mio e questo non mi aiutava affatto ad avere nuove richieste di collaborazione. Così ecco che dovevo tenermi stretti i clienti che avevo, cercando di assecondarli il più possibile.

Ma tutto questo era frustrante perché non avevo la crescita economica a cui aspiravo e non vedevo neppure come poterla realizzare. Per non parlare del fatto che c’erano periodi di intenso lavoro alternati a periodi semi-vuoti e queste montagne russe di clienti significavano entrate incostanti.

C’erano mesi in cui incassavo diversi soldi e mi sentivo molto orgogliosa e felice dei miei risultati, ma poi arrivavano dei mesi in cui gli incassi erano molto sotto la media e magicamente tutta la mia voglia di fare si sgretolava.

In questo modo un’attività è in costante pericolo che le cose si arrestino o non funzionino quanto dovrebbero.

Ecco perché costruire un corso digitale per un segmento del tuo mercato come professionista, è un ottimo modo per assicurarti entrate costanti e maggiori.

Vale lo stesso per chiunque abbia un’attività stagionale. Esistono lavori che puoi svolgere solo in certi periodi dell’anno e aggiungere un corso digitale che risolve un bisogno ad un’altra fetta di mercato (sempre nel tuo settore di competenza, è chiaro!), può costruire una nuova fonte di reddito.


Abbondi di richieste di consulenza?

E qui potrebbe insorgere un grande problema: hai una quantità importante di richieste di consulenza, tanto da non riuscire a soddisfarle tutte.

E se questa è la tua situazione, eccoti il quarto segnale rivelatore del fatto che il lavoro individuale con i tuoi clienti ti sta limitando.

Ci sono molti casi in cui un lavoro individuale è necessario, specie per quei professionisti nel campo della salute e del benessere ad esempio.

Ma questo non significa che non si possa aggiungere un corso digitale ai propri servizi, capace di rispondere a problematiche che possono essere trattate in questo modo.

Quindi, se stai facendo consulenza 1:1, o svolgi un lavoro individuale con i tuoi clienti e ritieni di non avere l’impatto che vorresti, creare un corso online potrebbe essere la mossa giusta per te.

E una volta realizzato il tuo corso digitale, questo sarà una risorsa illimitata nel tempo. Potrai venderlo più e più volte finché vorrai, portando così valore alla vita di molte persone. E questo è davvero motivante.

I professionisti che hanno aggiunto un corso online alle loro offerte, hanno costruito una nuova fonte di reddito slegata dal loro tempo di lavoro…aiutando così molte più persone di quante non potessero aiutare con il lavoro individuale.


Conclusione

A questo punto i segnali che indicano che il lavoro individuale potrebbe essere un limite…te li ho mostrati tutti. E ti auguro davvero di valutare la possibilità di aggiungere un corso digitale alla tua attività.

Per quanto mi riguarda, da quando lavoro con i corsi online la mia vita è completamente cambiata.

Ad esempio ho tempo di seguire mio figlio con i compiti, lavorando solo un ora e mezza nel pomeriggio. Oppure sono molto libera di gestire il mio tempo…e lo sono nella pratica, non solo nella teoria come invece mi succedeva quando lavoravo individualmente.

Ogni tanto faccio delle consulenze personalizzate, ma solo con clienti che io scelgo sulla base del punto in cui si trovano. E non ho più bisogno di accettare qualunque proposta per far fronte al fatturato.

Se questa scena ti piace e vorresti realizzarla, ti auguro di poterlo fare. Puoi iniziare intanto scaricando la mia guida gratuita “Corso Online – starter kit”.

E prima di lasciarti ho una domanda per te: se tu potessi generare del reddito per la tua attività grazie ad un corso digitale, qual è la cosa che smetteresti di fare nel tuo lavoro?

Ti leggo nei commenti 💌

A presto,

Nejua

Condividi questo contenuto:

1 commento su “Il lavoro individuale ti limita? Ecco come aiutare più persone guadagnando di più”

  1. Ciao Nejua, grazie per questo contenuto! Onestamente non avevo mai pensato a creare un corso, ma mi stai facendo rifletterea a riguardo

Lascia un commento

Live Masterclass 100% gratuita

Come creare e lanciare il tuo corso online...più e più volte nel tempo!

mercoledì 12 giugno - ore 21:00
close-link
Torna in alto