Ecco perchè dovresti assolutamente aprire un blog

Ecco perchè dovresti assolutamente aprire un blog

Condividi questo contenuto:

Perché aprire un blog? Ora ti racconto!

Qualche giorno fa ho avuto l’opportunità di confrontarmi con una persona che sta muovendo i suoi primi passi online e che mi ha chiesto: “ho pensato di curare la mia presenza sul web partendo dai canali social, cosa ne pensi?”

Secondo te, qual è stata la mia risposta?!

Chi mi segue da un po’ e chi si muove online già da diverso tempo, la conosce bene!

Solitamente, iniziare a costruire una presenza online per vendere il tuo prodotto o servizio partendo dai social, non risulta in un successo. E sai perché?

Beh, qual è il motivo per cui tu vai sui social? Rispondimi onestamente: vai per acquistare qualcosa? Non credo proprio!

Il tuo intento sarà probabilmente tutt’altro. Di solito le persone vanno sui social per svagarsi, per passare del tempo leggero…e spesso, al termine della corsa, non si ricordano quasi niente di ciò che hanno visto sulla loro bacheca!

Ricordi ad esempio, cosa hai visto ieri sulla tua bacheca Facebook?

Nella migliore delle ipotesi, ti ricordi qualcosina…ma di certo non le pubblicità o i post promozionali.

Ecco: questo è il semplice motivo per cui non dovresti iniziare a cercare di vendere online i tuoi prodotti o servizi, soltanto attraverso l’uso dei social.

Vuoi sapere cosa fa davvero la differenza per attrarre nuovi contatti di potenziali clienti?


Aprire un blog: ecco cosa fa la differenza!

Molte persone pensano che sia difficile aprire un blog e gestirlo. Qualcuno poi crede che avere un buon prodotto o un buon servizio, da solo basterà a vendere.

Ma come ti spieghi il fatto che esistono tantissime persone, che magari conosci anche bene, che hanno un ottimo prodotto o che offrono un ottimo servizio…e nonostante questo arrancano?

C’è poi chi crede che per curare un blog servano chissà quanti contenuti e chissà quanto tempo…e quindi si scoraggia in partenza.

Credimi: servono molti meno contenuti di quanti tu non ne debba creare per mantenere vivo ed attivo il tuo profilo social!

E non fraintendermi. Non ti sto dicendo che i social non servono; servono eccome! Quello che sto cercando di dirti è che non sono ciò su cui dovresti concentrarti allo scopo di creare un’audience e per vendere online. Specialmente all’inizio.


Ti racconto una storia

Un mio fedelissimo cliente che vende i propri corsi online, all’inizio della nostra conoscenza, aveva dei canali social davvero ben curati, aveva un discreto numero di followers, ma non aveva un blog.

Abbiamo deciso di aprire un blog e curarlo con la pubblicazione di contenuti…ed in meno di otto mesi di lavoro, ha triplicato le viste sul suo sito web, passando da una media mensile di 4000 visite ad una media mensile di 15700 visite. Ha aumentato anche di un 30% il numero dei suoi followers sui social…ed inutile dirti che ha quasi triplicato le sue vendite online.

Tutto questo concentrando le nostre energie principalmente sulla cura e sulla promozione (cosa da non sottovalutare assolutamente) dei contenuti del suo blog.

Ecco i 4 passaggi che abbiamo seguito…


#1 Abbiamo individuato e stabilito esattamente l’identikit del suo cliente ideale

Questo significa che prima di aprire un blog, abbiamo capito quali fossero le esigenze del suo cliente ideale, poi abbiamo compreso dov’è che avvertiva una significativa mancanza di informazioni in merito a questo settore…ed abbiamo quindi capito quali fossero le sue difficoltà.

Purtroppo, questo è un lavoro sottovalutato da molti e a volte considerato inutile. Qualcuno lo fa sommariamente e qualcun altro, non sapendo come farlo, non lo fa proprio.

Io ho capito col tempo e con l’esperienza che per riuscire a parlare davvero a qualcuno, devi prima decidere chi vuoi che sieda lì ad ascoltarti. In altri casi invece devi capire chi è già li, pronto ad ascoltarti.

Situazione diversa, ma la sostanza non cambia.

Infatti, parlando della “cosa giusta al pubblico sbagliato”, ti troverai nei pasticci e non otterrai buoni risultati. Ma anche al contrario, parlando della “cosa sbagliata al pubblico giusto”, il risultato non cambierebbe…!

Ti garantisco che delineare chiaramente l’identikit del tuo cliente ideale è vitale per il tuo successo online. Infatti, non è un caso che nel mio corso sul list building ho dedicato diverso spazio per spiegare come fare questa parte del lavoro, con tanto di sequenza di azioni pratiche da eseguire.


#2 Abbiamo creato un nuovo piano editoriale di contenuti ogni tre mesi.

Una volta che conosci nel dettaglio il tuo cliente ideale, potrai abbastanza semplicemente capire quali sono le sue esigenze e quindi stabilire di cosa parlargli.

Questo ovviamente deve tenere conto di diversi fattori quali il soggetto trattato, l’eventuale stagionalità legata al settore o al soggetto, il servizio o prodotto che vuoi vendere, le tecniche di SEO, ecc.

Se vuoi approfondire questo punto, considera che per creare il piano editoriale, abbiamo seguito gli esatti passi che trovi in questo articolo.


#3 Abbiamo pubblicato un nuovo contenuto sul blog ogni settimana. Nessuna eccezione.

Che fuori piovesse o ci fosse il sole, che ne avessimo voglia oppure no…abbiamo pubblicato un nuovo contenuto ogni singola settimana, così da creare un appuntamento stabile e ricorrente con i lettori del blog. Non dico che sia stato sempre semplice o comodo, ma questo è quello che abbiamo fatto e che ha dato risultati incredibili.

Ovviamente, non sono solo la quantità e la costanza di pubblicazione a fare la differenza.

La qualità dei contenuti creati è assolutamente fondamentale e concorre a fare la differenza.

Come in tutte le cose, sembra banale ma è così, il giusto bilanciamento tra qualità e quantità è assolutamente ciò a cui dovresti puntare ma di questo ne parliamo in un altro momento.

Quindi, si…abbiamo lavorato sodo facendo un gran lavoro e lo abbiamo fatto bene. Abbiamo seguito strategie ben precise ed in breve tempo abbiamo ottenuto risultati davvero enormi.

Il duro lavoro, quando ben fatto, paga sempre!


#4 Abbiamo promosso quel contenuto più volte sui social, chiedendone la condivisione.

Ecco che qui sono entrati in gioco i nostri amati social…

Quegli articoli e quei contenuti creati, se non fossero stati promossi a dovere, non avrebbero avuto la risonanza che hanno avuto.

Pensa che il nostro miglior articolo è stato condiviso spontaneamente su Facebook la bellezza di oltre 1.380 volte.

Riesci ad immaginare da quante persone è stato visualizzato solo grazie a queste condivisioni spontanee (per le quali non abbiamo pagato un solo centesimo)?

Ovviamente, una parte di quelle persone sono poi diventati clienti. Il costo? (quasi) Zero.


Nella pratica…

Questo è potuto accadere grazie a due punti fondamentali:

Uno- avevamo identificato chiaramente l’identikit del cliente ideale e sapevamo cosa desiderava, quali esigenze aveva ed a cos’era interessato riguardo al nostro settore.

Due- alla fine di ogni articolo abbiamo sempre chiesto in modo molto chiaro ed esplicito, di condividerlo, con una frase che diceva:

“Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo cliccando sui bottoni qui sotto.”

…Semplice, non trovi?


Il potere di un blog

Credo che questo esempio dia una chiara idea del modo in cui ti consiglio di utilizzare i social in relazione al tuo blog. Ovvero non per vendere, ma per promuovere organicamente i tuoi contenuti.

Beh…se vuoi, puoi usarli anche per sponsorizzare i contenuti stessi, investendo una piccola somma settimanale o mensile, nel caso tu voglia amplificare istantaneamente la tua visibilità e connetterti coni tuoi potenziali clienti.

Questa storia è inoltre l’esempio del fatto che un blog, se ben creato, curato e gestito, lavora per te…e non che tu devi solo lavorare duro per mantenerlo vivo ed attivo.

Se il tuo blog nel tempo non inizia a “lavorare per te”, significa che c’è qualcosa che non sta funzionando come dovrebbe.

Probabilmente non stai raggiungendo il pubblico corretto o non lo stai facendo nella maniera corretta.


Per concludere…

Vedi come aprire un blog e curarlo sia un attività che si integra assolutamente con i social ed in realtà siano due cose che  possono e devono lavorare in stretta sinergia?

Si, perché i contenuti del tuo blog devono essere assolutamente condivisi e promossi sui tuoi social, facendo in modo di attirare l’attenzione del tuo cliente ideale e portarlo quindi a leggere i contenuti stessi sul tuo blog.

Così facendo, i tuoi contenuti non faranno altro che accorciare le distanze tra il tuo prodotto/servizio…e il tuo cliente ideale.

A presto,

Nejua

Condividi questo contenuto:

2 commenti su “Ecco perchè dovresti assolutamente aprire un blog”

  1. Ciao Nejua! grazie per questo tuo articolo, ti sto seguendo da un pò perché mi hai incuriosito e stimolato.. Ho aperto un Blog su Squarespace da un anno e mi ci sono impegnata molto, rendendolo bello nella grafica, pubblicando contenuti ma con scarsissimi risultati, anche dalla landing page. Ora sono pronta a riniziare, probabilmente devo verificare alcuni passaggi. Quale potrebbe essere il primo passo a questo punto?
    Grazie per la tua attenzione e disponibilità, buon lavoro
    Cinzia

    1. Ciao Cinzia!! Ti capisco benissimo! Fai una cosa…riparti da questo workshop gratuito: ti darà le basi per capire come ri-lanciare il tuo progetto: 😉
      https://nejua.mykajabi.com/lp-workshop-fai-crescere-il-tuo-blog-vers-b

Lascia un commento

Torna in alto